Check-up del tuo sito web

check-upsitoIl sito internet della tua attività è online da un po’ e senti l’esigenza di attivare servizi promozionali per  incrementare i contatti e far crescere il fatturato.

Benissimo, sei sicuro però che il tuo sito sia pronto ad accogliere nuove persone? Se la grafica ti sembra obsoleta, i testi scritti con un linguaggio troppo formale, le immagini incastrate negli spazi senza troppa cura, potrebbe essere necessario un aggiornamento.

Questo perché noi possiamo impegnarci a creare campagne mirate, realizzare dei banner da sballo, monitorare ed ottimizzare, ma se il sito non è preparato per ricevere potenziali clienti, i risultati non arriveranno. Ecco allora alcune cose su cui riflettere prima di partire in canna e chiedere preventivi a destra e sinistra ad agenzie di comunicazione per delle campagne di visibilità.

Pronto? Iniziamo.

1. Perché hai realizzato il tuo sito web?

Anche se il tuo sito ha qualche annetto, non è detto che sia da rifare a priori: tutto dipende se, così com’è strutturato, ti aiuta a raggiungere lo scopo per il quale l’hai creato. Per quale motivo vuoi essere online? Cosa speri di ottenere dal tuo sito web? Se vuoi rifare il sito web solo perché ti sei stufato della grafica, riflettici un attimo: stravolgere tutto per un capriccio estetico potrebbe non essere la scelta più adatta.

Il sito è da rifare, invece, se in passato era stato concepito come un sito vetrina, è cioè: devi essere presente online, anche solo con poche pagine, perché ci sono tutti. In questo caso c’è bisogno di ripartire dalla strategia e progettare una comunicazione adeguata per raggiungere obiettivi sensati per il tuo business.

2. Cosa vuoi che le persone facciano quando arrivano sul tuo sito?

Lasciare un’email per essere contattati, conoscere meglio il tuo marchio, acquistare un prodotto o un servizio, leggere il blog. Qualsiasi sia la call to action, le persone devono poterla fare in modo semplice, senza perdere tempo.

Verifica che il sito sia strutturato per stimolare chi lo visita a compiere un’azione definita e che capire cosa c’è da fare sia facile ed intuitivo.

3. Tu ed i tuoi dipendenti riuscite a gestire da soli i contenuti del sito?

Se il tuo sito web ha bisogno di essere aggiornato di frequente e tutte le volte hai bisogno di un informatico per fare piccole migliorie a testi ed immagini, c’è bisogno di fare un passaggio tecnico. Con un CMS, ad esempio, queste problematiche vengono meno: potrai gestire in autonomia testi, immagini e prenderti cura della tua comunicazione online senza essere un programmatore.

4. Il sito funziona anche da smartphone?

Sai benissimo che oggi il mobile ha un ruolo predominante in tutte le azioni di marketing. Anche un sito, quindi, deve essere ben visualizzato da mobile e consentire alle persone di fare quello che desideri.

Prova ad usare per qualche giorno il tuo sito solo da smartphone: riesci a navigare bene? La grafica è ottimizzata? I form sono facili da compilare? I prodotti si acquistano senza problemi? Ci sono delle cose che fai fatica a fare? Assicurati che tutto funzioni come si deve, altrimenti bisogna rimboccarsi le maniche e mettersi al lavoro.

5. Fai un’analisi del flusso di navigazione?

Avere un sistema di monitoraggio dei dati, come Google Analytics, è fondamentale per capire se le azioni di marketing intraprese hanno senso e portano a risultati concreti.

Sapere quante visite ricevi al giorno, quali pagine sono le più viste, se ci sono diverse persone che abbandonano la navigazione nello stesso punto, aiuta a migliorare le performance del sito.

Sapere se ci sono dei problemi di struttura e di architettura delle informazioni è essenziale per migliorare e correggersi.

Hai analizzato il tuo sito e ti sei reso conto che serve un restyling? Noi possiamo aiutarti: dai un’occhiata ai siti che abbiamo realizzato e, se ti piace come lavoriamo, scrivici per un preventivo 🙂