Come rendere un testo più leggibile

carton-males-1321424_1280

Un vecchio proverbio dice: “Anche l’occhio vuole la sua parte”.

Funziona così non solo quando siamo in cerca dell’anima gemella ma anche quando parliamo di contenuti.

Prova a pensare a quando fai delle ricerche su Google: scrivi quello che vuoi trovare nella barra di ricerca e premi speranzoso il pulsante della lente d’ingrandimento. Trovi una serie di risultati. Clicchi sul primo titolo che cattura la tua attenzione e leggi. Cosa fai se t’imbatti in un muro di testo, fitto fitto, privo d’immagini? Esci e passi oltre.

Che si tratti dell’about page o della scheda prodotto di un e-commerce, se riesci ad offrire una piacevole esperienza di lettura ad un potenziale cliente, questo sarà più invogliato a seguirti e a fidarsi di te. Per andare dritti al punto: non conta solo come scriviamo ma anche la modalità con cui presentiamo al lettore i nostri testi.

Fin qui tutto chiaro. Ma come si fa a scrivere un testo che le persone hanno voglia di leggere? Quali sono gli elementi da tener presente?

Scoprili assieme a noi.

Un testo che respira è un testo che funziona

Proviamo a fare un piccolo check-up: prova ad andare sul sito web della tua azienda e a dare un’occhiata ai testi presenti. Qual è la prima impressione che ti fanno? Se ti rendi conto che sei di fronte ad un muro di parole, che non lasciano spazio alla lettura, c’è bisogno di rimboccarsi le maniche.

Un contenuto facile da leggere:

  • ha un carattere ben chiaro e leggibile, anche da chi ha problemi di vista;
  • ha un’interlinea curata, con le righe ben distanziate tra loro;
  • è suddiviso in blocchi, dove in ogni blocco si tratta un tema specifico;
  • è caratterizzato da un titolo per ogni blocco, che anticipa quello che il lettore potrà trovare nelle righe successive;
  • è composto, dove serve, da elenchi puntati o numerati che aiutano a memorizzare le informazioni con semplicità;
  • mette in risalto i concetti chiave con dei grassetti (senza esagerare);
  • usa dei link per approfondire un argomento, collegandolo ad altri contenuti interessanti interni o esterni al sito.

Accompagna i contenuti al visual

Un testo senza immagini è come un piatto senza sale. Manca qualcosa. Quel qualcosa che aggiunge sapore a quello che si sta raccontando e che gli dà valore.

Qualsiasi sia il contenuto in questione – pagina istituzionale, post del blog, newsletter – l’immagine di accompagnamento prende per mano la persona e la guida nella lettura. Così, chi vede il testo per la prima volta capisce a colpo d’occhio, proprio grazie a quell’immagine, quello che andrai a spiegare in quella pagina.

Che tipo di immagini usare? Dipende.

Nell’about page puoi far vedere una foto del tuo gruppo di lavoro, nelle pagine servizi rappresentare in uno scatto quello che offri, per i post del blog vanno bene delle immagini o illustrazioni prese dai siti di stock.

Assicurati che le immagini che usi siano di qualità, evita gli scatti improvvisati dal telefono; piuttosto investi qualcosa in un fotografo professionista che renda giustizia a chi sei e a quello che fai.

Per concludere

Le parole, ben scritte e ben presentate, riescono ad avvicinare meglio un’azienda ai suoi potenziali clienti. Se hai controllato i testi del tuo sito e ti sei reso conto che c’è qualcosa che non va, tranquillo.

A tutto c’è rimedio. Contattaci, noi siamo qui per aiutarti.